In Campania No vuol dire No con il progetto Oltre Passo contro il femminicidio e la violenza psicologica

Il 26 maggio presso il Teatro comunale di Mercato San Severino in provincia di Avellino, con inizio alle ore 20, le scuole di danza Arteinmovimento, Ballet e Artedanza dirette da Antonella De Angelis, Giovanna Alavino e Tiziana Petrone presenteranno “Oltre Passo”: un progetto contro il femminicidio e la violenza psicologica che racconterà, attraverso la danza, storie di donne non lontane da noi. L’iniziativa vede il patrocinio dell’associazione, presieduta da Irene Pivetti, “No vuol dire No”, grazie alla collaborazione di Jenny Capozzi e di Donatella De Bartolomeis, editore de “Il Papavero” che ha fornito alcuni monologhi. Si porteranno in scena: trappole psicologiche, amore sano e amore malato, conflitti interiori governati dalla paura e, soprattutto, l’incapacità di saper dire BASTA e di voltare pagina; la forza, la rinascita, il coraggio di andare OLTRE. “Oltre Passo” è la forza della nostra intenzione. Il primo passo è: riconoscere un amore malato, distinguere dalle normali dinamiche relazionali quelle patologiche; smettere di giustificare, minimizzare, comprendere. Secondo passo è: uscire dalla sensazione di sabbie mobili; non lasciarsi paralizzare dalla paura di non avere alternative. Terzo passo è: riprendersi la propria vita, il diritto alla serenità, l’amore verso se stessi. Ed e proprio in questo momento, quando la vita prende una direzione inaspettata, che abbiamo la possibilità di scoprire che è sempre possibile andare avanti e ciò che ognuno di noi possiede. La Forza, il Coraggio e l’insopprimibile capacità di elevarsi, ricominciare anche se questo ha un prezzo.

locandina evento, 26 maggio 2014

News