ONLY ITALIA presenta Agua for the Earth, campagna mondiale della cinese Wetherm in difesa dell’ambiente

IMG_3390, ridotta

Si è conclusa con grande successo la conferenza stampa di lancio mondiale della campagna di responsabilità sociale Agua for the Earth, promossa dalla multinazionale cinese della cosmesi d’avanguardia Wetherm in collaborazione con l’italianissima Only Italia, la piattaforma di investimenti e di promozione delle aziende italiane all’estero, presieduta da Irene Pivetti, presente sia ad Aquae Venezia che ad EXPO Milano 2015. Agua for the Earth,campagna globale ideata per far riflettere il pubblico di internet sull’acqua come bene da conservare e da proteggere, ha già raggiunto in Cina ben 100 milioni di persone. L’Italia ed Expo 2015, grazie alla collaborazione con Only Italia, rappresentano per Wetherm il salto verso una visione mondiale della propria campagna e del proprio ruolo di multinazionale conscia della propria responsabilità verso le generazioni future. Dopo anni di vorticoso sviluppo industriale e  sociale, percorsi senza considerare i temi dell’ecologismo, è la prima volta che una azienda cinese di dimensioni così grandi porta all’estero un impegno ecologico di questa rilevanza. «La collaborazione tra Wetherm e Only Italia è strategica – spiega Pivetti – perché consente di dare una dimensione ancora più grande ed internazionale alla campagna avviata in Cina. Only Italia rappresenta il ponte con le tante realtà dell’eccellenza delle nostre aziende, in particolare di quelle del settore ecologico, del riciclo e depurazione, nonché della stessa cosmetica. L’Italia è uno dei Paesi più all’avanguardia in questi settori, di cui spesso è leader incontrastata. Only Italia è anche una piattaforma internazionale, con relazioni in vari Paesi nel mondo. L’obiettivo della nostra partnership è quello di dare vita a iniziative comuni a favore della protezione delle risorse naturali, fra cui sopratutto l’acqua, e di favorire modelli di vita basati sullo sviluppo sostenibile». Tinggui Chen, presidente Wetherm, ha sottolineato quanto, proprio come per Venezia, la cultura dell’acqua sia essa stessa fondamento del suo gruppo, realtà d’eccellenza nel settore della cosmesi, famosa in Cina per il rispetto ecologico nella filiera produttiva e l’utilizzo di sole acque termali. «Con la Dichiarazione di Stoccolma – spiega – è stato affermato il principio della salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali, e da allora anche la sensibilità globale verso l’ambiente è aumentata esponenzialmente. Una grande impresa di successo, deve, certo, perseguire i suoi obiettivi commerciali ma ha il dovere di dare il suo contributo ai fini della tutela e sostenibilità ambientale. Per Wetherm, essere il primo brand di cosmetici nel China Corporate United Pavilion di Expo Milano 2015 è un onore, e nel contempo iniziare la campagna di responsabilità sociale Agua for the Earth in collaborazione con Only Italia ad Aquae Venezia è motivo di grande orgoglio». Altro tema portante della conferenza è stata la presentazione di un ambizioso progetto culturale: Digital Cultural Heritage School, scuola “a rete” che aggrega oltre cinquanta istituti tecnici superiori, istituti di cultura, associazioni e imprese pubbliche e private, unite dall’obiettivo di far nascere un ‘campus diffuso’ per lo sviluppo della cultura digitale, un sapere, questo, sempre più indispensabile ai professionisti impegnati nella conservazione del nostro patrimonio artistico. Alcune di queste istituzioni ed enti di ricerca raccoglieranno  il testimone della campagna Agua for the Earth, facendosene partner e promotori. E’ stato inoltre presentato il programma-catalogo degli eventi culturali che saranno animati nell’ambito degli spazi Only Italia in EXPO MILANO ed EXPO VENICE AQUAE. La collaborazione strategica tra la Scuola e Only Italia ha l’obiettivo di promuovere sul grande palcoscenico dell’Esposizione Universale «la cultura come asset strategico fondamentale per lo sviluppo e per le relazioni internazionali», come spiega Carmine Marinucci dell’ENEA e coordinatore di DiCultHer. L’evento si conclude con la presentazione del progetto per una Settimana della Cultura Digitale, per la promozione dell’innovazione tecnologica digitale nel Cultural Heritage, Arts and Humanities, rivolto al grande pubblico e al mondo scolastico in particolare, la cui prima edizione sarà tematizzata in relazione dei temi di EXPO per «Far conoscere il ruolo fondamentale dell’acqua e del “navigare per mari e oceani” come metafora di conoscenza e di crescita culturale nella storia dell’umanità dall’Era analogica alla Digital Cultural Era». Irene Pivetti, che ha fortemente voluto questa sinergia con Wetherm e Digital Cultural Heritage School, ha concluso i lavori dicendosi «convinta che cultura, business, responsabilità sociale e rispetto dell’ambiente non siano in contrasto ma costituiscono i pilastri su cui costruire un futuro di relazioni sempre più strette e proficue tra i Paesi che lavorano per costruire ponti, non barriere». Pivetti ha salutato la grande platea di personalità del mondo della cultura, della politica e dell’imprenditoria lanciando la prossima tappa della campagna Agua for the Earth, che si terrà domenica 19 luglio a EXPO MILANO.

News