Ecco perché voterò NO al referendum del 4 dicembre!

Ecco perché voterò NO! È sicuro che l’Italia abbia bisogno di riforme ma non è detto che tutte le riforme siano comunque buone. Questa è una riforma fatta da un governo che non ci piace. Voi andreste a farvi aggiustare la macchina da un meccanico di cui non vi fidate o che ha già imbrogliato qualche vostro amico? Io no. È chiaramente una riforma zoppa, che per di più serve a puntellare l’esistenza di un governo traballante. È una riforma molto politica anche nei contenuti. Infatti, si perde del tutto l’equilibrio che la nostra Costituzione prevedeva tra i vari poteri dello Stato, con il risultato che il presidente del Consiglio diventa onnipotente, e il Parlamento è umiliato e trasformato in niente. Ma solo il parlamento è la sede della sovranità popolare! Da leghista pensate se non la vorrei una vera Camera delle Regioni, delle autonomie: ma non quel Senato, dove i rappresentanti non sono eletti, e nemmeno votano la fiducia al governo. Portare i Territori in parlamento e non permettere loro di votare la fiducia al governo è una presa in giro! Se poi mettiamo insieme questa riforma costituzionale con la nuova legge elettorale si possono vincere le elezioni con una manciata di voti raccolti al ballottaggio, e controllare da lí tutti i poteri dello Stato. Insomma, questa riforma costituzionale è scritta con una sola ben chiara idea in testa: “Non disturbare il manovratore”. Io non posso accettarlo, ecco perché voterò NO!

News