Irene Pivetti presenta la Scuola di politica Gianluigi Marrone

La Scuola di Politica Gianluigi Marrone nasce dalla mia profonda convinzione che sempre più le donne possano, anzi debbano, impegnarsi in prima persona nella vita politica dell’Italia.
L’Italia deve ripartire e le donne devono essere sempre più protagoniste in questa fase di ricostruzione.
Ho avuto l’onore di servire lo Stato, sia come Presidente della Camera dei Deputati, sia come parlamentare.
La mia esperienza personale di donna in politica mi rende oggi ancora più sicura che esiste un punto di vista delle donne sulla Politica e le Istituzioni.

E che questa visione, questo sguardo al femminile, debbano emergere nella politica italiana, come arricchimento, come qualcosa di nuovo che può, perché no, portare a soluzioni innovative di problemi annosi.
La Scuola vuole fare questo, cioè offrire a tutte le donne con la passione per la politica e la volontà di impegnarsi, gli strumenti per poter intraprendere questo difficile ma entusiasmante percorso.

Capire la Politica, diventandone protagonisti, è un diritto di ogni cittadino. Anche per questo ho voluto dedicare questa scuola alla memoria di Gianluigi Marrone, che fu capo della mia segreteria durante la presidenza della Camera, e che è ricordato per essere stato Giudice unico della Città del Vaticano.

Gli dedico questa scuola con gratitudine, per l’esempio che è stato per me, e per molti, di servizio allo Stato, ma anche di amore per la Chiesa, e gliela dedico con affetto, per essere stato prima che un collaboratore un sincero amico. Spero, anzi sono sicura, che da dove ora si trova si sentirà vicino a noi.

Il progetto della Scuola di Politica Gianluigi Marrone nasce in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Learn To Be Free e la Fondazione Foedus, entrambe impegnate da anni nel sostenere l’impresa, la solidarietà, la cultura, e con il sostegno di No vuol dire No, associazione no profit che lotta contro la violenza sulle donne.

La Scuola si svolgerà nell’arco di 10 mesi, con lezioni a cadenza mensile.
La Costituzione Italiana sarà la protagonista delle lezioni. Ho voluto iniziare da qui, dallo strumento fondamentale della Democrazia, il fondamento della nostra Repubblica. Ogni lezione esaminerà un articolo specifico, studiandone i vari aspetti, la storia e l’attualità.

Sono convinta che un impegno serio e convinto in politica debba partire dalla conoscenza della nostra Carta fondamentale. Solo così sarà possibile iniziare un percorso impegnativo e serio, non improvvisato. E mi auguro che questa strada possa formare tante giovani donne e portarle a diventare esse stesse protagoniste della Politica di domani.

Irene Pivetti